COSTRUIRE UN AMPLIFICATORE PER CHITARRA ELETTRICA

Costruire un amplificatore per chitarra elettrica è il sogno di qualsiasi chitarrista.Ti chiederai come mai nel periodo in cui viviamo ora si parla ancora di valvole?Le valvole è una tecnologia molto datata , ma è ancora molto utilizzata nell'ambito chitarristico; anzi per quanto me ne risulti solo in quest'ambito,non è stata ancora rimpiazzata dai transistor. Il motivo per cui i chitarristi continuano a chiedere amplificatori a tecnologia valvolare è perchè sono dei grandi rompiscatole stupidi e presuntuosi...ovviamente sto scherzando!

Anche se un po' di verita' c'è... in quanto oggi giorno il mercato è invaso da tecnologie di simulazione digitale che sono molto ma molto vicine ad immitari i suoni delle vecchie leggende senza l'utilizzo di nessuna valvola.

Però bisogna dire che suonare con queste apparecchiature digitali in un certo senso fa perdere un po' di feeling sotto alle mani del chitarrista. 


VALVOLARE, DIGITALE E TRANSISTOR

Vive una perpetua lotta tra il mondo della tecnologia ed i chitarristi che continuano a chiedere un sistema di amplificazione valvolare dove ormai reperire i pezzi diventa sempre più costoso e complicato ( le valvole vengono quasi tutte dalla Russia che primo o poi interromperà questo mercato ).

Tuttavia, io appartengo a quel grande gruppo di chitarristi rompi balle che non si vuole adattare al digitale e se sei su questa pagina...immagino anche tu!!Piacere!! Ho provato apparecchiature digitali dai piu' blasonati similutari, ma tranne in registrazione ( dove anche lì secondo me si perde il tocco chitarristico ) non sono riuscito a digerirli. 

L'amplificatore valvolare proprio lavorando ad alta tensione riesce a riprodurre ogni piccolo "movimento" tocco e stile , di un chitarrista sopratutto di quelli meno freddi ed espressivi.I digitali contrariametne hanno un suono freddo  compresso plasticoso nonostante riescano a sentirsi bene ad alto e basso volume in registrazione e non..sul palco!!In casa in garage e in cucina anche con vostra madre che sbatte le pentole: sono a dir poco perfetti.


Il problema è proprio questo suonano fin dai bassi volumi bene con tutti; suonando bene con tutti non suonano ottimamente con nessuno. Le valvole esaltano tutto quello che la mano comunica ma ovviamente anche gli errori, sono più difficili da tenere sotto controllo, ma come ogni cosa "potente" bisogna saperla guidare.

Oltretutto c'è da dire che il pregio delle valvole sta proprio nei suoi "errori". Il motivo per cui un amplificatore valvolare si sente quasi il doppio di un transistor e di un digitale è proprio per il fatto che non è ad"alta fedeltà'"...produce quindi altre armoniche oltre a quelle richieste e sono proprie queste ad arricchire il suono ulteriormente. Siano così abituati a sentire questo suono valvolare che lo troviamo stupendo associato insieme alla chitarra elettrica. 

Adesso arriviamo agli amplificatori a transistor... con questi intendo quei tipi di amplificatori che non lavorano in digitale ma che tutto il circuito è analogico senza la presenza di valvole. I transistor se costruiti bene sono ottimi per il canale pulito, ed anche sul distorto possono essere buoni.

Ovviamente una caratteristica del transistor è proprio di essere "più fedele"e quindi di arricchire meno il suono con l'aggiunta di ulteriori armoniche .Ne deriva che il suono è un po' piu freddo è per suonare Jazz possono essere ideali; ma quando si tratta di andare su suoni distorti(quindi per generi rock hard rock e metal), le valvole rimangono sempre la migliore scelta!A fine pagina troverai uno schema passo passo per costruire un fantastico amplificatore valvolare da ben 18 watt ! Non perdertelo ! Ti divertirai un mondo a costruirtelo da solo!

















Crea un sito Web gratuito con Yola.